Read Manoscritto trovato a Saragozza by Jan Potocki Free Online


Ebook Manoscritto trovato a Saragozza by Jan Potocki read! Book Title: Manoscritto trovato a Saragozza
The author of the book: Jan Potocki
Edition: Adelphi
Date of issue: 1990
ISBN: 8845907481
ISBN 13: 9788845907487
Language: English
Format files: PDF
The size of the: 23.91 MB
City - Country: No data
Loaded: 2910 times
Reader ratings: 7.7

Read full description of the books:



Destinata a diventare uno dei classici della letteratura polacca, quest’opera scritta in francese all’inizio del 1800, ha avuto peripezie tra le più singolari che la storia della letteratura ricordi. Si deve al noto critico e scrittore Roger Caillois di averla riscoperta per il lettore occidentale pubblicando in Francia, nel 1958, la parte del testo originale arrivata fino a noi, e facendola precedere da una prefazione che racconta la complicata storia del libro: una storia di manoscritti smarriti, di pubblicazioni parziali a Pietroburgo e a Parigi, di plagi successivi (in cui troviamo implicati anche alcuni nomi illustri, come quelli di Charles Nodier e di Washington Irving) che mettono capo a un piccolo scandalo tra letterati e a un processo. Del testo integrale, andato smarrito, esiste solo, da oltre un secolo, una traduzione polacca, non sappiamo quanto fedele.
Jan Potocki, l’autore di questo libro, è un nobile polacco, appartenente all’alta società cosmopolita della fine del Settecento, di casa in tutte le capitali d’Europa, viaggiatore curioso e attento che soggiorna a lungo nel Marocco e si spinge persino, al seguito di un’ambasceria russa, ai confini tra la Mongolia e la Cina. Uomo politico illuminato, legato ad ambienti giacobini, poi consigliere privato dello zar Alessandro I, studioso infaticabile d’antichità, autore di lucide relazioni di viaggio e di opere storico-etnografiche (oggi lo si considera uno dei fondatori dell’archeologia slava), Potocki diede sfogo al sottofondo raffinatamente morboso del suo temperamento nel Manoscritto trovato a Saragozza, un’opera di fantasia che lo tenne occupato negli ultimi dodici anni della sua vita, fino al suicidio avvenuto nel 1815.
Il Manoscritto è una serie di storie di fantasmi, incapsulate l’una nell’altra come scatole cinesi: «un decamerone nero», si potrebbe definire, che tuttavia si stacca dal decorativismo esteriore e gratuito dell’«orrido» romantico per raggiungere l’allucinante suggestione dei grandi simboli indecifrabili. In esso si ritrovano tutti gli elementi del romanticismo nero, banditi e zingare, forche e cabalisti, caverne misteriose e locande malfamate, amori scabrosi e apparizioni diaboliche; ma al lettore attento non potrà sfuggire come tutto questo armamentario tradizionale soggiaccia all’ambivalenza di fondo dell’autore, che, da un lato, sente l’attrazione del magico e anche del macabro, dall’altro il bisogno «illuministico» di liberarsene. In questa tensione intima, una forza visionaria, che crea figure e favole che ci toccano profondamente, si apre la strada in mezzo a situazioni francamente comiche, buffonesche, spesso di puro stampo libertino. Gli effetti sorprendenti che ne derivano, forse anche per l’atmosfera spagnola di cui le storie sono impregnate, richiamano vivo alla nostra mente il nome di Goya, che Potocki conobbe e a cui è attribuito un suo ritratto.
Puškin rimase affascinato dal Manoscritto, tanto da cominciarne una traduzione in versi. Ma è solo oggi, dopo la riscoperta di Caillois, che questo libro si è rivelato a noi come un anello dei più preziosi in quella catena di narrativa che, partendo dalle Mille e una notte di Galland, e passando per il Vathek di Beckford, arriva alle sfrenate fantasie di Hoffmann e alla letteratura onirica dei nostri giorni.


Download Manoscritto trovato a Saragozza PDF Manoscritto trovato a Saragozza PDF
Download Manoscritto trovato a Saragozza ERUB Manoscritto trovato a Saragozza PDF
Download Manoscritto trovato a Saragozza DOC Manoscritto trovato a Saragozza PDF
Download Manoscritto trovato a Saragozza TXT Manoscritto trovato a Saragozza PDF



Read information about the author

Ebook Manoscritto trovato a Saragozza read Online! Jan Potocki was born into the Potocki family, an aristocratic family, that owned vast estates in Poland. He was educated in Geneva and Lausanne, served twice in the Polish Army as a captain of engineers, and spent some time on a galley as a novice Knight of Malta. He was probably a Freemason and had a strong interest in the occult.
Potocki's colorful life took him across Europe, Asia and North Africa, where he embroiled himself in political intrigues, flirted with secret societies, contributed to the birth of ethnology — he was one of the first to study the precursors of the Slavic peoples from a linguistic and historical standpoint.
In 1790 he became the first person in Poland to fly in a hot air balloon when he made an ascent over Warsaw with the aeronaut Jean-Pierre Blanchard, an exploit that earned him great public acclaim. He also established in 1788 in Warsaw a publishing house named Drukarnia Wolna (Free Press) as well as the city's first free reading room.
Potocki's wealth enabled him to travel extensively about Europe, the Mediterranean and Asia, visiting Italy, Sicily, Malta, the Netherlands, Germany, France, England, Russia, Turkey, Spain, Tunisia, Morocco, Egypt, and even Mongolia. He was also one of the first travel writers of the modern era, penning lively accounts of many of his journeys, during which he also undertook extensive historical, linguistic and ethnographic studies. As well as his many scholarly and travel writings, he also wrote a play, a series of sketches and a novel.
Potocki married twice and had five children. His first marriage ended in divorce, and both marriages were the subject of scandalous rumors. In 1812, disillusioned and in poor health, he retired to his estate at Uladowka in Podolia, suffering from "melancholia" (which today would probably be diagnosed as depression), and during the last few years of his life he completed his novel.
Potocki committed suicide in December 1815 at the age of 54, though the exact date is uncertain — possibly November 20, December 2 or December 11. There are also several versions of the circumstances of his death; the best-known story is that he shot himself in the head with a silver bullet — fashioned from the strawberry-shaped knob of a sugar bowl given to him by his mother — which he first had blessed by his castle priest. One version of Potocki's suicide suggests that he gradually filed the knob off the lid, a little every morning.
Potocki's most famous work is The Manuscript Found in Saragossa. Originally written in French as Manuscrit trouvé à Saragosse, it is a frame tale which he wrote to entertain his wife. On account of its rich interlocking structure and telescoping story sequences, the novel has drawn comparisons to such celebrated works as the Decameron and the Arabian Nights.


Reviews of the Manoscritto trovato a Saragozza


IBRAHIM

Now this book is one of my favorites!

THEODORE

This story is going to be remembered for a long time.

ZOE

This book changed my life!




Add a comment




Download EBOOK Manoscritto trovato a Saragozza by Jan Potocki Online free

PDF: manoscritto-trovato-a-saragozza.pdf Manoscritto trovato a Saragozza PDF
ERUB: manoscritto-trovato-a-saragozza.epub Manoscritto trovato a Saragozza ERUB
DOC: manoscritto-trovato-a-saragozza.doc Manoscritto trovato a Saragozza DOC
TXT: manoscritto-trovato-a-saragozza.txt Manoscritto trovato a Saragozza TXT